Innanzitutto mi presento per chi accede direttamente a questa pagina: mi chiamo Luca Valsecchisono diplomato in Conservatorio, lavoro per oltre 350 committenti in tutta Italia come compositorearrangiatore ma soprattutto trascrivere musica su spartito (attività che svolgo perlopiù da mattina a sera da oltre 10 anni) mi ha portato ad affermarmi in questo settore a livello nazionale. Sono inoltre un Perito (plagi) accreditato ed iscritto all’albo della Camera di Commercio (richiedimi la documentazione o richiedila direttamente alla Camera di commercio di Lecco). 

Intervista alla cantautrice Paola Gemma: carriera e collaborazioni

di Alessandra Boga

Siamo con la cantautrice Paola Gemma, 29 anni, residente a Torino, la quale ci parla della sua carriera musicale.

D. “Paola, raccontaci un po’ di te: quando hai iniziato a fare musica e la tua attività cantautorale?”

R. “La mia attività musicale è iniziata quando ero piccola, nel senso che ho avuto la fortuna di nascere con già un pianoforte in casa e quindi è stato poi naturale avvicinarmi alla musica. I miei genitori hanno sempre avuto passione per la musica e da parte loro c’è sempre stato un grande supporto nei miei confronti, supporto che continua tuttora. Da piccola ho iniziato a studiare pianoforte e mi sono avvicinata al canto frequentando il coro del paese di Fresonara (in provincia di Alessandria), dove sono nata, approfondendo lo studio negli anni e ancora oggi non perdo occasione per farlo. Ho scoperto così di avere una passione per questa attività e l’ho coltivata studiando e cantando in diversi progetti musicali. Sono 8 anni che lavoro come cantante – corista. Insegno in una scuola di musica a Rivoli, in provincia di Torino, dove vivo da 3 anni.

Collaboro da diversi anni con un importante gruppo proprio di Alessandria, i Beggar’s Farm, il cui fondatore e titolare si chiama Franco Taulino. Grazie a lui ho avuto modo di crescere tantissimo non solo come cantante e a livello professionale. Il gruppo ha avuto negli anni ospiti importanti come Tullio De Piscopo, Maurizio Vandelli e con la band inglese Jethro Tull e con il chitarrista storico, Martin Barre, abbiamo fatto dei tour in Italia e siamo stati anche in Spagna: giriamo parecchio! Da pochi mesi ho iniziato (in realtà ricominciato) a scrivere canzoni mie, sono ancora ‘in fase di costruzione’, e il mio obiettivo col nuovo anno è la pubblicazione delle mie canzoni. E’ appunto tutto in fase di costruzione, ma sono molto positiva!” .

D. Quali sono i tuoi generi musicali di riferimento?

R. “Mi sono avvicinata al canto da ragazzina, iniziando a fare live nei locali della provincia di Alessandria e non solo. Mi è sempre piaciuto molto il rock, il rock Anni Settanta, come quello dei Led Zeppelin e dei Deep Purple, poi, col tempo, approfondendo gli studi e scoprendo la mia vocalità, mi sono avvicinata ad altri generi come il blues e il soul, quindi ho un repertorio molto vasto. Se una canzone è bella e mi piace … è sempre musica, indipendentemente da tutto (ride, ndr)! Insomma, sono molto, molto versatile negli ascolti, ma l’indole è rock! Sono talmente tanti i miei riferimenti musicali, che faccio fatica a ricordarli tutti … . Però, per quanto riguarda una forma di canto più moderno, mi piacciono per esempio John Mayer e per il soul Erykah Badu”.

D. Dove depositi le tue canzoni? (a chi ti affidi per la loro tutela e per la riscossione dei diritti d’autore)

R. “Alla SIAE, ma ho ripreso a scrivere da poco, perciò il discorso è ancora prematuro. Sono comunque consapevole della necessità depositare gli spartiti corretti alla SIAE, per difendersi da eventuali accuse di plagio. Sono circa due anni che in termini di inediti non ho più pubblicato nulla, ma la registrazione di quelli che ho scritto, era stata fatta alla SIAE”.

D. Sai cosa scaturisca da una denuncia di plagio?

R. “Non direttamente, per fortuna, ma attraverso dei colleghi che hanno avuto esperienze di cause in tribunale (cause penali, sottolineiamo!, ndr). So che bisogna assolutamente portare un documento cartaceo e non si può certo ascoltare musica con l’mp3 in tribunale! A grandi linee so come funziona la cosa …”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *