Innanzitutto mi presento per chi accede direttamente a questa pagina: mi chiamo Luca Valsecchisono diplomato in Conservatorio, lavoro per oltre 400 committenti in tutta Italia come compositorearrangiatore ma soprattutto trascrivere musica su spartito (attività che svolgo perlopiù da mattina a sera da oltre 10 anni) mi ha portato ad affermarmi in questo settore a livello nazionale. Sono inoltre un Perito (plagi) accreditato ed iscritto all’albo della Camera di Commercio (richiedimi la documentazione o richiedila direttamente alla Camera di commercio di Lecco). 

Intervista al cantautore Pierdavide Carone

Ho avuto il grande piacere d’intervistare il cantautore Pierdavide Carone, 30 anni, lanciato dalla nona edizione di “Amici” di Maria De Filippi in cui si classificò terzo nell’anno 2009/2010. Nel 2010 vinse Sanremo come autore della canzone “Per tutte le volte che …”, cantata da Valerio Scanu, e due anni più tardi partecipò lui stesso al Festival con il brano “Nanì”, cantato in coppia nientemeno che con Lucio Dalla, col quale si classificò quinto.

D. “Pierdavide, hai raggiunto il successo classificandoti terzo ad ‘Amici di Maria De Filippi’ nel 2010, vincendo anche il premio della critica. Che ricordi hai di quell’esperienza? Oltre naturalmente a Valerio Scanu, con chi hai legato di più (artisticamente parlando) fra gli allievi delle diverse edizioni che hai avuto modo di frequentare?” 

R. “Di sicuro è stata un’esperienza importante, la prima di un certo peso, che mi ha dato la consapevolezza che avrei potuto fare qualcosa di importante attraverso la mia musica, le mie parole, la mia voce. Le persone conosciute ad ‘Amici’ con cui ho legato di più nel corso degli anni sono Luca Napoletano ed Enrico Nigiotti”.

D. “Il 2010 è stato davvero un anno d’oro per te: hai anche vinto il Festival di Sanremo come autore di ‘Per tutte le volte che …’, cantato da Valerio Scanu e diretto dal mitico M° Peppe Vessicchio, che diventa tuo amico … . Ci racconti qualche aneddoto a riguardo?” 

R. “ ‘Per tutte le volte che …‘ avrebbe dovuto essere la canzone della mia consacrazione ad ‘Amici’ durante il Serale, dopo un percorso fatto di canzoni molto ironiche e cantautorali, e quando Maria mi chiese se avrei dato il brano a  Valerio, le domandai: ‘E io cosa canto al Serale?’. Lei mi rispose ‘Di notte‘, che avevo scritto solo qualche giorno prima. Ha avuto ragione lei, in entrambi i casi”.

D. “Oltre all’appena citato grandissimo successo, celebre è appunto ‘Di notte’ (che personalmente ho ascoltato almeno 200 volte! ndr), e ‘Nanì‘, cantata in coppia con il grandissimo Lucio Dalla nel Sanremo 2012 (quinto posto): qual è il tuo processo compositivo?”

R. “Io parto da esperienze personali, sia di vita concreta ma anche  di suggestioni emotive, per poi dare a tutto ciò un tocco romanzesco, facendo sì che chiunque altro, oltre a me, possa entrarci dentro ed identificarcisi”.

D. “Che consiglio daresti ad un cantautore/cantautrice o ad un autore/compositore per far ‘arrivare’ la sua musica in quest’epoca discografica…?”

R. “Di restare coraggiosamente se stessi, prima o poi l’occhio si accorge del talento: è solo questione di tempo”.

D. “Quali sono i tuoi progetti futuri?”

“Sto finendo di lavorare al mio album, che non so quando uscirà e che probabilmente uscirà inizialmente scaglionato per singoli, e sto anche per partire in tournée, che partirà il 28 novembre dalla mia amata Puglia!”.