CHE COS‘E’ L’ORCHESTRAZIONE?

di Luca Valsecchi

Cosa significa orchestrare un brano musicale?

Sostanzialmente scrivere “le parti” a tutti gli strumenti dell’orchestra, per conseguire due diversi obbiettivi:

nella leggera, far suonare un brano all’orchestra, originariamente prodotto in “home studio” (con sequencer, campioni, ecc.) o live, ma con i pochi classici strumenti “pop”;

nella classica, modificare (un esempio su tutti) l’organico originale di un quintetto fiati, ri – orchestrandolo per orchestra sinfonica, anche se in questo ambito si è soliti utilizzare il termine improprio “trascrizione” (la partitura è già scritta, non vi è quindi nulla da “trascrivere”), semmai da adattare. Clicca qua per leggere le differenze fra questi termini!

Tornando all’orchestrazione, approfondiamo il tutto!

IL M° prof. LUCA VALSECCHI seleziona MUSICISTI PROFESSIONISTI per produzioni musicali in corso.

L’orchestrazione consiste nello scrivere la musica per tutti i singoli strumenti di un ensemble, gruppo musicale o orchestra.

Si tratta di un processo di elaborazione molto complesso, per il quale sono richieste conoscenze approfondite della teoria musicale, dell’armonia e di come vanno “trattati” tutti i vari strumenti musicali, a partire dalle loro estensioni e le caratteristiche tecnico – esecutive, quindi da ciò che possono e soprattutto non possono eseguire e da un’infinità di altre questioni.

Il compito e lo scopo dell’orchestrazione si possono riassumere così: il compositore compone ed arrangia le musiche (nella leggera il compositore “melodico” si rivolge sempre ad un arrangiatore, cosa che naturalmente non succede nella classica, in quanto il Compositore non ha certo bisogno dell’arrangiatore e nemmeno dell’orchestratore); l’orchestratore “plasma” il tutto sull’orchestra, molte volte cercando di compiere veri e propri miracoli, cioè cercando di far “suonare” l’orchestra come una base musicale prodotta con il sequencer, le librerie campionate e via dicendo… senza che nessuno si sia ma chiesto naturalmente se un trombettista o violinista possa mai eseguire realmente un determinato passaggio, tenendo presente che certamente il computer non ha alcun tipo di problema in merito!

Con il termine “orchestrazione” si definisce anche l’adattamento per orchestra di un brano, scritto per un altro strumento o gruppo musicale.

Un esempio lampante del lavoro degli orchestratori è quello relativo ai grandi musical in stile Broadway. In questo caso si parte da una canzone o una melodia famosa, nata ad esempio per pianoforte e voce, che viene elaborata e arrangiata per essere eseguita da una grande orchestra con esiti spettacolari.