DIFFERENZA FRA ACCORDARE E INTONARE

Cosa significa accordare uno strumento musicale o cantare intonati?

Chiariamo subito come si tratti di due cose simili ma al contempo ben diverse.

Il procedimento dell’accordatura riguarda gli strumenti musicali, mentre la giusta intonazione ha a che fare con la musica in generale, che sia suonata o cantata.

Cosa dobbiamo fare quindi per accordare lo strumento e per cantare intonati?

Vediamo di capire bene il tutto!

Facciamo chiarezza

Con l’espressione “accordare uno strumento musicale” si intende il procedimento tecnico di allineare fra di loro gli strumenti musicali nel momento in cui si fa musica d’insieme oppure su frequenze acustiche ben precise:  lo standard stabilisce il LA 4 (il LA centrale del pianoforte) a 440 Hertz.

Questa terminologia si riferisce certamente ai cordofoni ma in senso lato a tutti gli strumenti musicali.

Suonare o cantare “intonati” è riferito al singolo strumentista o cantante il quale deve “centrare” correttamente le singole note da lui stesso eseguite.

Va da sé che quando si suona insieme ad altri musicisti, occorre essere accordati e intonati, ancor di più rispetto ad un’esecuzione solista.

Iscriviti al mio canale Youtube dove troverai sempre nuove risorse musicali utilissime.

Naviga l’home page di questo sito per scoprire e tenerti aggiornato/a su tutte le mie iniziative, unicamente volte alla promozione della cultura musicale applicata, nonché al perseguimento del bene comune.

Quali sono i sistemi utilizzati per accordare?

I direttori di coro utilizzano uno strumento chiamato “Diapason” il quale messo in vibrazione produce il “LA a 440”: serve come “punto di partenza” e “punto di riferimento” per “prendere” la corretta intonazione nelle diverse tonalità specifiche (operazione estremamente complessa alla portata dei soli professionisti).

Con l’avvento della tecnologia è diventato di uso comune, in modo particolare nella musica strumentale, la cosiddetta “macchinetta”,  cioè l’accordatore elettronico:

grazie all’ausilio di questo strumento è possibile regolare l’intonazione dello strumento musicale (inclusa la voce naturalmente) in modo molto semplice, dal momento in cui il display dell’accordatore ci indicherà quando il suono è all’altezza corretta.

In tempi più recenti, sempre la tecnologia ha offerto altri procedimenti molto utilizzati nell’ambito della musica leggera, i quali permettono in modo totalmente artificiale di intonare una voce anche stonatissima: da musicista professionista non intendo occuparmi di tali tecnologie, le quali afferiscono a situazioni, purtroppo sempre più diffuse, che nulla evidentemente hanno a che fare con l’essere Musicisti e Cantanti.