LA RELAZIONE TRA MUSICA E DANZA: IL BALLETTO

di  Virginia Guidi

Per noi è abbastanza normale immaginare ballerine con tutù bianchi e scarpette a punta e ballerini con tute attillate muoversi insieme meravigliosamente sui palchi dei teatri.

La televisione sta aiutando moltissimo la diffusione di questa forma d’arte grazie a molte trasmissioni di interesse per giovani e giovanissimi e, anche grazie alla grande attività di divulgazione ad opera del celebre ballerino Roberto Bolle, il balletto sta diventando sempre più noto.

Ma è sempre stata questa la forma che lo ha caratterizzato?

IL M° prof. LUCA VALSECCHI seleziona MUSICISTI PROFESSIONISTI per produzioni musicali in corso.

Relazione musica – danza

Musica e danza sono sempre state estremamente connesse. Nella musica popolare il legame è ancora ben saldo ma affonda le sue radici anche nel periodo classico.

Nel Medioevo la musica profana era molto frequentemente legata alla danza sia nei contesti popolari che in quelli nobiliari come fonte di passatempo e socializzazione durante le feste, un legame che continuerà nel corso dei secoli.

Ma la danza non rimarrà solamente un momento di convivialità diventando una vera e propria forma di spettacolo.

Nelle corti del Rinascimento era frequente trovare spettacoli di danza tra una portata e l’altra dei banchetti, questa prassi ebbe talmente tanto successo che la loro durata divenne via via maggiore fino a divenire una forma autonoma a sé stante.

Il balletto

Uno dei più famosi balletti fu inventato da Baltazarini di Belgioioso nel 1581: uno spettacolo di addirittura sei ore che lanciò la moda in tutta l’Europa!

Il Re Sole nel 1661 fondò l’Accademia Reale di Danza, rendendo il centro della danza Parigi, e lì fu codificata definitivamente questa forma di arte che piano piano uscì dalle corti per approdare nei teatri pubblici portando la danza a diventare una forma professionistica ed avvicinandola a quella che conosciamo noi adesso.

Il balletto Russo

Alla fine dell’ Ottocento il centro di gravità della danza si sposta in Russia dove grazie a Marius Petipa avviene una grandissima rivoluzione.

Fondamentale la sua collaborazione con il compositore Cajkovskij con il quale collaborò per tutti i suoi balletti: La Bella Addormentata, Lo Schiaccianoci e Il Lago dei Cigni.

Ma l’importanza del balletto russo continuerà anche nel corso dei decenni successivi con la figura di Stravinskij che ebbe un ruolo sostanziale sia nella storia del balletto che in quella della musica!

La danza contemporanea

Nel Novecento la danza continua ad evolversi; come accade per la musica, questa forma rompe i canoni ottocenteschi e si contamina anche con forme di danza provenienti da altre culture e generi.

Le scarpette con le punte spesso non vengono più utilizzate oppure vengono indossate anche dai ballerini e i movimenti e le coreografie sperimentano forme nuove tutte da scoprire!

La danza viene molto utilizzata anche in ambito moderno e in altre forme come ad esempio nel musical.

Curiosità

Il balletto Lo Schiaccianoci di Cajkovskij è talmente famoso e apprezzato che si possono trovare molti film e cartoni animati ispirati ad esso!

Inoltre, ogni anno a Natale, il periodo dell’anno in cui è ambientata la storia, è facile trovarlo nei cartelloni di molti teatri.

Uno spettacolo meraviglioso per grandi e piccini!