GUSTAV MAHLER

di Luca Valsecchi

Gustav Mahler è uno dei compositori e direttori d’orchestra più famosi della storia della musica.

Fu più valorizzato per la seconda attività (che lo impegnava maggiormente) che per la prima.

Nella sua musica si riconoscono chiaramente le caratteristiche musicali e stilistiche dell’ultimo Romanticismo.

IL M° prof. LUCA VALSECCHI seleziona MUSICISTI PROFESSIONISTI per produzioni musicali in corso.

Gustav Mahler – La vita

Gustav Mahler nacque in Boemia, regione dell’odierna Repubblica Ceca, il 7 luglio del 1860.

Il padre Bernhard, che da giovane era stato un violinista dilettante, gli regalò lo strumento e nel 1875 gli permise di entrare al Conservatorio di Vienna.

Gustav lo frequentò per tre anni, facendosi apprezzare dai docenti dal punto di vista musicale, ma non altrettanto per il suo carattere!

Tuttavia strinse preziose amicizie come quella con il futuro compositore austriaco Anton Bruckner, con cui avrebbe collaborato.

Dopo il Conservatorio, nell’estate 1880 cominciò ad esercitare come direttore d’orchestra, occupandosi di operette.

In seguito lavorò all’Opera di Vienna e in diversi altri teatri di rilievo del centro Europa: diresse opere come Il trovatore (Lubiana, 1881), la Carmen (1883) e L’anello del Nibelungo di Wagner (Lipsia, 1887), venendo apprezzato sia dal pubblico che dalla critica.

Seguirono Don Giovanni (a Budapest) e ancora, tra il 1891 – ’92, all’Opera di Amburgo 3 famose opere di Wagner, una di Čajkovskij  (alla presenza del compositore stesso, visto che era una “prima”) e un’opera di Bizet.

Ebbe successo anche negli Stati Uniti (a New York), dove rimase per circa un anno, ma già malato di cuore, volle rientrare a Vienna, dove si spense in un sanatorio il 18 maggio del 1911.

Produzione

La sua prima composizione nota, è datata 1876: si tratta di un Quartetto per pianoforte in la minore.

E’ il solo di questo tipo che possediamo suo e tra l’altro ce ne rimangono soltanto alcune parti.

Abbiamo alcuni Lieder per tenore e pianoforte e sono dedicati ad una ragazza in particolare.

Si sa che ci sono opere giovanili di Mahler che furono distrutte o che il M° non terminò.

Compose anche 9 sinfonie. Si spense prima di concludere la decima.

Curiosità

Nel 1897 il 37enne Mahler fu nominato direttore dell’allora Imperial Regia Opera di Corte, ma dovette convertirsi al cattolicesimo.

Aveva fatto parte del coro di una chiesa cattolica, il cui maestro gli aveva insegnato a suonare il pianoforte.

La sua produzione risente del panteismo naturalistico, del pensiero del filosofo Nietzsche e dell’ebraismo.

La biografia di Mahler è nota anche grazie a sua moglie Schindler, compositrice a sua volta (attività che però il marito le proibì), all’amica violinista Natalie Bauer – Lechner e soprattutto al biografo e musicologo francese Henry – Louis de La Grange, che contrasta spesso la versione della moglie del compositore.

Si deve in gran parte a Leonard Bernstein, se è tornata in auge la musica di Mahler, in primis le sue sinfonie.